Anime Stampa
  • Direzione e regia: Tadao Nagahama (ep. n° 1-18) Osamu Dezaki (ep. n° 19-41)
  • Characters Designer e direzione artistica: Shingo Araki e Michi Himeno
  • Direzione artistica e scenografie: Ken Kawaii e Tadao Kubota (ep. n° 1-18) Toshiharu Mizutani (ep. n° 19-41)
  • Direzione della fotografia: Hirokata Takahashi e Masao Miyauchi
  • Musiche originali: Koji Magaino
  • Selezioni musicali: Seiji Suzuki

Le differenze fra manga e anime sono diverse, ma alcune di scarsa rilevanza. Una, che incuriosisce, è il momento prima della morte di Oscar in cui, nel manga, rivolge un pensiero alla Francia ("Viva la Francia"), mentre, nell'anime, ad Andrè. Un'altra è che nell'anime, a differenza del manga, sono assenti gags comiche. Il regista e animatore della serie è Shingo Araki dà molta importanza al fattore estetico, iniziando lo stile "Bikei". Egli era affiancato anche dal regista Tadao Nagahama, sostituito poi con Osamu Dezaki. La differenza fra i due si nota molto infatti la prima parte della serie era incentrata sull'ambientazione storica ed erano molto usate scene in bianco e nero più un solo colore o le divisioni dello schermo in vignette, soprattutto durante lo scontro fra la principessa e la contessa du Barry. I colori sono chiari e pastellati per le situazioni tranquille, rossi in caso di pericolo e blu in situazioni tristi o notturne. Nella seconda parte della storia prevale l'aspetto psicologico con l'evoluzione dei sentimenti e dei rapporti, le trovate e i giochi grafici diminuiscono. Gli occhi dei personaggi si assottigliano, assumendo un'aria rassegnata e molto adatta al finale a cui stanno andando incontro. Si fa uso dei primi piani, anche a confronto, e della ripetizione della stessa scena vista da angolazioni diverse o dell'inquadratura dei personaggi dietro le finestre che danno luci particolari. Per quanto riguarda l'aspetto storico è da ricordare il momento in cui Oscar saluta la sua amatissima regina per l'ultima volta. In tutta la serie sono presenti immagini che riprendono il paesaggio francese nei momenti più belli della giornata. Nel penultimo episodio ritroviamo Rosalie, Bernard e Alain parlare di "quegli anni" che hanno cambiato la Francia ma anche la loro vita. La serie, prodotta dalla Tokyo Movie Shinsha (TMS), è composta da 40 episodi più uno di montaggio, mai visto in Italia con i momenti più salienti riguardanti le donne (rose) di Versailles. Fu trasmessa in Giappone nel 1979 (dal 10 ottobre al 3 settembre) su Nippon Television (NTB).

Struttura:

  1. Titolo della serie in caratteri giapponesi con lo stesso stacco musicale della versione italiana
  2. Prologo
  3. Sigla iniziale: Bara wa utsukushiku chiru" (Le rose appassiscono in bellezza) con più immagini del nostro primo opening
  4. Numero dell'episodio con relativo titolo
  5. Episodio
  6. Sigla finale: Ai no hikari to kage (Ombre e luci dell'amore) realizzato da Michi Himeno con un solo disegno di base diviso in quattro parti dalle rose: viene inquadrato da vicino per ogni singola parte, alla fine viene fatta una panoramica sull'immagine totale. I personaggi rappresentati sono Oscar, André, Maria Antonietta, Fersen e Rosalie. Fino all'episodio 2 alla fine della musica si sente André che urla il nome di Oscar.

Per vedere le videocassette e i dvd usciti guarda la sezione "Gadgets".